<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1760020474260700&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Come creare una Landing Page per un evento

LANDING PAGE | EVENTI
Come creare una Landing Page per un evento

Creare una Landing page per un evento, come per qualunque altro prodotto ‘vendibile’, è un passaggio essenziale nella realizzazione di una strategia di Inbound Marketing efficace. Con una valida ‘pagina di atterraggio’, infatti, hai ottime possibilità di convertire un normale visitatore in contatto o cliente, spingendolo ad avvicinarsi al tuo prodotto spontaneamente. I risultati che otterrai varieranno in base agli obiettivi che tu stesso hai in precedenza fissato.

 

 

Vuoi sapere cosa serve per avere una landing page efficace? 

Scarica la nostra check list gratuita per landing page e scopri come fare!

 

 

Definisci dei traguardi

Se hai intenzione di creare una valida Landing Page per un evento, il primo passo da compiere è quindi quello di stabilire con precisione le tue finalità. Cosa vorresti che facesse il visitatore nel momento in cui raggiunge il tuo sito? Si tratta di una domanda essenziale, da cui poi dipendono tutti i passaggi successivi: vuoi che scarichi il programma dell’evento? Che si iscriva alla relativa newsletter? O magari vuoi incoraggiarlo a prenotare subito un posto in prima fila?

 

Parola chiave: empatia

Una volta stabilito l’obiettivo è importante valutare tutte le variabili che potrebbero scoraggiare il visitatore a proseguire. Nel chiedergli, ad esempio, di fornirti i suoi dati di contatto (email o numero di cellulare), è bene rassicurarlo sul fatto che non si ritroverà subissato da messaggi di posta elettronica e telefonate. In questo caso, ‘investi’ un po’ di spazio della tua landing page per specificarne la frequenza e per assicurare la possibilità di annullare la sottoscrizione facilmente e in qualunque momento. Ricorda sempre che il tuo principale obiettivo è quello di entrare in empatia con il tuo pubblico, leggendone desideri, aspettative e paure, e fornendogli, di conseguenza, un potenziale (e affidabile) appagamento. Definisci fin da subito una buona USP (Unique Selling Proposition), ovvero una frase sintetica attraverso la quale comunicare qual è o quali sono le caratteristiche che rendono il tuo evento unico e imperdibile.

 

Scegli la struttura che fa per te

Come per qualsiasi altro prodotto, la struttura della Landing Page per un evento ha caratteristiche ricorrenti, ma non rigide. Puoi decidere di sfruttare lo spazio che hai a disposizione in maniera differente in base alle tue esigenze.

 

- Titolo

La parte più importante della tua pagina è sicuramente quella relativa al titolo, che conterrà l’USP definita in precedenza. In poche battute devi spiegare con precisione, concisione e originalità che cosa differenzia, esaltandolo, il tuo evento dagli altri. Se vuoi farti apprezzare, ricordare, seguire, questo è il ‘luogo’ giusto. Cerca di essere convincente e di tenere alta l’attenzione dell’utente che, diversamente, potrebbe facilmente distrarsi e andare via.

 

image2.png

 

- Sottotitolo

Con il sottotitolo hai la possibilità di offrire maggiori elementi sui punti di forza dell’evento nel caso in cui il titolo sia funzionale e d’effetto ma troppo ‘conciso’.

 

Mi Ami Landing Page.png

  

- Corpo del testo

Nel corpo del testo è possibile dare ulteriori indicazioni all’utente: puoi segnalare la location, le date e offrire qualche informazione più specifica sulla manifestazione.

 

- Testimonial e commenti

Altro elemento che può incoraggiare l’utente è quello di citare testimonial, o mettere in evidenza le opinioni di altri soggetti che hanno già preso parte alla manifestazione in altre occasioni/edizioni. 

 

- Immagini e video

Aggiungere immagini e/o video, è un altro modo per attirare l’attenzione e sedurre il potenziale cliente, stimolandone l’immaginazione. Non dimenticare di aggiungere un alt-text nelle immagini che carichi.

 

- Il form

In seguito, in base agli obiettivi prefissati, puoi creare un form (ad esempio per l’iscrizione alla newsletter) per richiedere tutti i dati di cui hai bisogno. Se non è questo il tuo scopo principale, puoi andare direttamente al passaggio successivo.

 

MI Ami CTA.png

 

- Call-to-action

Una volta attirata l’attenzione dell’utente sul tuo obiettivo, infatti, arriva il momento di trasformarlo in cliente. Come? Aggiungendo un pulsante che lo chiami all’azione in modo semplice e immediato.

 

- Thank you page

Quando sei riuscito a raggiungere il tuo scopo, ricordati di indirizzare il tuo nuovo cliente verso una thank you page o di inviargli una email di risposta e conferma.

 

SEO

Non dimenticare di ottimizzare il titolo della pagina, l’url e la meta description in chiave SEO. Questo permetterà agli utenti di raggiungerti facilmente dai motori di ricerca. 

 

L'analisi dei risultati

Una volta attivata la tua landing page, è molto importante monitorarne il traffico, il tasso di conversione della call-to-action e quello di rimbalzo: ti aiuteranno a capire quali modifiche eventualmente apportare per migliorare le performance e ottenere risultati superiori.

 

Fai attenzione

Non dimenticare infine di fare molta attenzione alla velocità con cui la tua pagina si carica (i tempi troppo lunghi non piacciono per nulla agli utenti) e ricorda di renderla facilmente raggiungibile, leggibile e compilabile anche da dispositivi mobili che sempre di più sono preferiti al desktop per la navigazione.

 

New Call-to-action

 

  • Commenti

Vuoi ricevere i nostri aggiornamenti sull'inbound marketing ?